Gli accessori della sposa

GLI ACCESSORI DELLA SPOSA

Velo con la calotta

Velo con la calotta

Un bell’ abito da sposa da solo non basta, necessita di accessori (anche estrosi e fuori dagli schemi per forma e colore), ben studiati per essere valorizzato e completato al meglio.

Gli accessori sono il velo, le scarpe, i guanti e la lingerie. Nessuno di questi costituisce un dettaglio trascurabile, in quanto conferiscono stile ed eleganza all’immagine di chi li indossa; pertanto la scelta deve essere molto oculata.

IL VELO

Il velo è il simbolo distintivo della sposa per eccellenza, incornicia il viso e l’abito. Conferisce alle nozze un’ allure romantica e solenne, e unaspetto regale e sognane a chi lo indossa.

Sono poche le ragazze che rinunciano al velo, anche perché oggi le regole sono più flessibili di un tempo; infatti è concesso di indossarlo anche se la cerimonia si svolge in municipio, tranne se si tratta di seconde nozze.

Può essere di diverse forme e lunghezze:

a “mantilla”: solitamente molto lungo e dall’aspetto solenne, é spesso orlato di pizzo. Va posizionato sulla parte alta della testa, proprio come il velo di una madonna. È adatto sia agli abiti semplici, conferendo un tocco in più, sia agli abiti importanti.

A “cattedrale”: è stato per molto tempo tra quelli più usati, in quanto molto semplice. Parte dalla nuca e può essere anche lunghissimo.

A “voliera”: è un velo “romantico”, in quanto essendo fornito di calata sul viso, (che si abbassa prima dell’ingresso in chiesa), prevede che il padre della sposa la sollevi dopo aver condotto la figlia all’ altare, al cospetto del futuro marito. Anche questo modello può essere lavorato con applicazioni in pizzo, swarovsky o perline.

Corto e gonfio: è un velo un po’ “sportivo”. Era molto usato negli anni ’50 e ’60, oggi molto meno. È indicato per le spose che vogliono sentirsi comode, ma senza rinunciare alla tradizione.

A “calotta”: è un velo molto particolare che avvolge il capo della sposa formando un asorta di zuccotto, la calotta per l’appunto, per poi scendere giù lungo. Era molto usato negli anni ’20, mentre oggi soltanto da spose molto particolari e vintage.

Con le maniche: è un velo non molto usato ma bellissimo. Ha la particolarità di essere dotato di maniche, per questo assume l’aspetto di un cappuccio. Spesso è bordato in pizzo, ancora più bello nella versione di mussola in seta.

Qualsiasi velo scegliate, ricordate che deve essere dello stesso tono di bianco dell’abito, oltre che abbinarsi ad esso per stile.

LE SCARPE

Tutti pensano che non si vedano, ma non è così. Ci sono vari momenti in cui sono visibilissime, come ad esempio salendo e scendendo dall’auto; pertanto devono essere scelte con cura.

Quali sono i criteri sui quali basare la scelta? Innanzi tutto se scegliete scarpe bianche, devono essere dello stesso tono dell’abito. Devono essere in satin, mai in pelle. Un altro requisito necessario è la comodità: una sposa con il mal di piedi oltre ad essere sofferente, è anche goffa e sgraziata; è pertanto consigliabile farsi fare delle calzature su misura, con l’interno ricoperto in camoscio. Sono di gran moda scarpe e sandali con applicazioni di pietre (alle quali si deve però stare attenti, in quanto possono impigliarsi alla crinolina dell’abito e romperla), o in pizzo; bellissime anche quelle di Penrose con il bracciale di perle intorno alla caviglia.

A chi volesse osare consiglierei dei fantastici sandali dorati come Carrie in “ Sex and the city”. In contrasto o in armonia, l’importante è che il risultato sia strepitoso.

Ricordate che se indossate dei sandali il piede deve essere nudo, mentre se avete optato per delle decolletèe o per delle open toe, i collant sono obbligatori.

I GUANTI

Sono belli ed eleganti, ma non sempre adatti all’ abito che si indossa. Attualmente non sono molto in voga, ma alcune ragazze li indossano ancora. Il modello lungo fino al gomito o all’ascella, si indossano congli abiti senza maniche, attenzione però all’effetto “lavapiatti”. Molto carini e delicati sono quelli corti, in organza o in pizzo.

Regola bon ton: appena la sposa si siede in chiesa deve togliere lentamente i guanti, e poggiarli sull’inginocchiatoio accanto al bouquet: le mani devono essere libere per loscambio degli anelli.

LA LINGERIE

In commercio ci sono capi meravigliosi, ma il consiglio che vi do è di acquistare della lingerie liscia in micro fibra e senza cuciture, quindi taglio laser. In questo modo eviterete il rischio che pizzi e merletti possano fare il segno o fuoriuscire dalla scollatura dell’ abito; oppure che vi creino fastidi di sorta.

Parola di wedding planner!

Scarpe gioiello

Scarpe gioiello

Velo a mantilla

Velo a mantilla

Sandali sposa dorati

Sandali sposa dorati

Velo a cattedrale

Velo a cattedrale

Scarpe con applicazione floreale

Scarpe con applicazione floreale

Velo anni '20

Velo anni ’20

S2

Scarpe con cristalli

1

Velo bordato in pizzo