Il menù di nozze

IMG_4447

Vi siete mai chiesti cosa rimane impresso nella memoria delle persone che prendono parte a un matrimonio? Fondamentalmente due cose: l’abito della sposa e il cibo che hanno mangiato. Ebbene sì, anche dopo vent’anni i vostri parenti ricorderanno se il menù del vostro banchetto di nozze è stato all’altezza delle loro aspettative.

Scherzi a parte, il cibo gioca un ruolo fondamentale nella buona riuscita di un matrimonio, quindi è bene non trascurarlo. Il primo passo consiste nello scegliere un buon catering, sempre che la location da voi scelta per il ricevimento non abbia il servizio di cucina interna, o non vi obblighi a sceglierne uno in particolare.

Come scegliere un buon catering? Se non avete idea di chi contattare, potete chiedere ad amici che si sono sposati prima di voi, e raccogliere delle informazioni. Oppure potreste rivolgervi a quelli più noti della vostra città. Se invece avete una wedding planner, sarà lei a indirizzarvi presso fornitori più affidabili. Generalmente i catering offrono periodicamente delle degustazioni a coppie in procinto di sposarsi, questo sicuramente aiuta a farsi un’idea. Una volta fatta la scelta si procede con la composizione del menù.

Oggi la tendenza è quella di proporre un grande buffet iniziale composto da antipasti a base di carne, pesce, verdure, formaggi, crepes e quant’altro; per poi proseguire con la cena placée, che solitamente prevede due primi, un secondo e il dessert. Per il dopo cena buffet dei dolci e open bar. Questa soluzione è ottima, in quanto l’antipasto a buffet e l’eliminazione di un secondo (rispetto ai menù di una volta), permette agli ospiti di degustare molti cibi sfiziosi in un contesto di relax dopo la cerimonia, accorciando la durata della cena o del pranzo che, per gli ospiti un po’ “insofferenti”, possono risultare un po’ noiosi.

Evitate di scegliere due primi di pesce o due primi di carne, optate piuttosto per un primo di carne o di pesce e uno a base di verdure o zafferano, cosicchè possiate accontentare tutti. Se vi sposate in campagna o in montagna evitate pesce, sarebbe un po’ fuori contesto: il cibo deve essere in linea con l’ambiente in cui viene servito. Puntare sui prodotti del luogo è sempre una garanzia! Ricordate di chiedere se tra i vostri ospiti se sono allergici, celiaci, vegetariani o vegani, evitando brutte sorprese, problemi o intoppi di vario genere.

Buon appetito!