La musica per il matrimonio in chiesa

2Nonostante negli ultimi tempi ci sia una maggiore flessibilità per quanto riguarda la musica per il matrimonio in chiesa, i pezzi classici non passano mai di moda.

Ogni momento della cerimonia vuole essere accompagnato da un certo tipo di musica. Ecco alcuni esempi:

L’arrivo degli invitati. E’ generalmente un momento allegro. Visto che la cerimonia non è ancora cominciata, non necessariamente deve trattarsi di musica sacra. L’importante è che sia una musica soave (violino, flauto, chitarre, pianoforte…). “L’ Allegretto” e  “La Piccola Serenata Notturna” di Mozart sono molto adatti; ma anche la “Primavera” di Vivaldi ed il “Canone di Pachelbell”.

L’ingresso dello sposo. Si tratta del preludio all’ ingresso della sposa. È un momento allegro ma importante. Visto che la cerimonia non è ancora iniziata, i brani possono essere sacri o profani. La “musica sull’acqua in Fa maggiore” di Handel o “La Marcia del Principe di Danimarca” di J. Clarke sono brani deliziosi.

L’entrata della sposa. È il momento più atteso della cerimonia. La musica deve essere solenne. Il brano più conosciuto e utilizzato è la Marcia Nuziale di Mendelssohn, che potrebbe essere sostituita dalla Marcia Nuziale di Mozart.

Signore pietà. È un momento di invocazione al Signore. In questo caso le opzioni sono più limitate, visto che si tratta di un canto molto specifico. Ideali sono il “Kyrie Eleison” di Mozart o quello di Bach.

Rito del Matrimonio. Lo scambio degli anelli può essere accompagnato da una delicata musica di sottofondo; ad esempio “L’Aria della Suite in Re maggiore”, o l’ “Alleluia”di Handel.

Offertorio. Si tratta dell’offerta dei doni all’altare, per cui obbligatoriamente va accompagnato da un brano religioso, (nel caso in cui non ci fosse una lettura di commento). Generalmente è l’ “Ave Maria”

Consacrazione. Si tratta del momento della liturgia molto importante. Non tutti i sacerdoti sono propensi a farlo accompagnare dalla musica: conviene chiedere il permesso al sacerdote. Ad ogni modo, il brano scelto deve essere strumentale e molto soave. Perfetto è l’ “Adagio in Sol minore” di Albinoni.

Pace. Lo scambio del segno di pace solitamente è in silenzio, può essere accompagnato da un brano allegro e corto; come qualche brano di Mozart.

Comunione. Durante la cerimonia si potranno suonare uno o due brani, in funzione del numero di invitati di nozze accorsi al matrimonio. È un momento allegro, ma anche di raccoglimento: la musica, perciò, deve essere soave.  Ottimi il  “Panis Angelicus”

Firma e foto. Alla fine della liturgia, i novelli sposi, genitori e testimoni di nozze, firmano l’atto matrimoniale. È un momento allegro e i brani musicali possono essere sacri o no. Perfetto è l’ “Allegretto di Mozart”

Uscita degli sposi. Tradizionalmente l’uscita degli sposi dalla Chiesa è accompagnata dalla “Marcia Nuziale” di Wagner; che può essere sostituita dalla “Primavera” di Vivaldi