Le partecipazioni scritte a mano

Per una cerimonia veramente charmant sono quasi d’obbligo inviti e partecipazioni scritti a mano.

Grazie ad un pennino imbevuto nell’inchiostro e maneggiato da un esperto calligrafo, le vostre partecipazioni potrebbero diventare il biglietto da visita di un matrimonio all’insegna dello stile e del buon gusto. La calligrafia è un’arte antichissima, quasi una pratica “ascetica” per chi la esercita.

Disse il grande Steve Jobs in un’intervista: “Se da ragazzo non avessi studiato calligrafia” non avremmo avuto il Mac”.

I calligrafi professionisti sono in grado di creare una scrittura personalizzata, fatta su misura per l’evento.

Oltre a scegliere il font più adatto ai propri gusti e allo stile delle nozze, naturalmente si può scegliere anche il colore dell’inchiostro. Dal seppia al grigio, passando per il “blue royal” fino ad arrivare ad un coraggioso “rosa shocking”, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Importante è anche la scelta della carta, non troppo leggera, altrimenti l’inchiostro tingerà l’altro lato del cartoncino.

Chi vuole “esagerare” fa disegnare sull’invito la facciata della chiesa o della location del ricevimento, e, nel caso in cui occorresse, fa aggiungere un altro cartoncino con il disegnino di una mappa per raggiungere più facilmente il posto della festa. E’ possibile inoltre far scrivere a mano i cavalierini segnaposto, quelli segna-tavolo e i biglietti di ringraziamento.